Progetti per il sociale

Scopri i progetti di utilità sociale a cui Breton contribuisce

Breton supporta progetti e organizzazioni che promuovono valori di solidarietà e progresso sociale specialmente in ambito locale.

Anche quest’anno Breton è felice di supportare i Campionati italiani a squadre in carrozzina, per promuovere valori di inclusione in un’occasione unica, in cui poter ammirare la bravura e l’impegno degli straordinari atleti partecipanti all’evento.
Questo evento rappresenta un momento con una valenza altamente educativa per i ragazzi del tennis Bassano e tutta la comunità. Il campionato si terrà dal 15 al 18 Settembre 2022 a Bassano del Grappa, grazie al Tennis Bassano e con il patrocinio della Regione Veneto.

Progetti locali 2022
BRETON SUPPORTA I “CAMPIONATI ITALIANI A SQUADRE IN CARROZZINA” CON TENNIS BASSANO

Quest’anno Breton ha deciso di sostenere la Fondazione “Tina Anselmi – Radici del futuro” con un’erogazione liberale.


Fondazione Tina Anselmi è una "fondazione di comunità" cioè un ente filantropico, senza scopo di lucro, frutto della sinergia tra pubblico e privato che si propone di aggregare attori e risorse del territorio per realizzare nuovi servizi di welfare rivolti alle categorie più fragili, con una particolare attenzione al “Dopo di Noi” e alla residenzialità delle persone con disabilità o fragilità psichica.


La mission della Fondazione è costruire reti di solidarietà che portino a una comunità più inclusiva e corresponsabile: “Vogliamo costruire il benessere della nostra comunità partendo dai bisogni di chi è più vulnerabile

Progetti locali 2022
BRETON SUPPORTA LA FONDAZIONE TINA ANSELMI - RADICI DEL FUTURO

Breton S.p.A. è orgogliosa di aver donato un furgone alla Protezione Civile di Castello di Godego. La cerimonia di consegna si è svolta nella mattinata di sabato 2 aprile, con la benedizione del parroco Don Gerardo Giacometti.

“Ci fa molto piacere sapere di poter dare un sostegno concreto alle attività che i volontari svolgono in aiuto del territorio e di altre emergenze nazionali o internazionali. Il ringraziamento principale va a tutti i volontari, per la loro dedizione e per il prezioso lavoro su più fronti”. Queste le parole di Arianna Toncelli, a cui il Presidente dell’Associazione di Protezione Civile di Castello di Godego Paolo Tosetto ha consegnato, in segno di riconoscenza, un elmetto con lo stemma della Protezione Civile, simbolo della sicurezza.

Progetti locali 2022
PROTEZIONE CIVILE: BRETON DONA UN AUTOVEICOLO ALLA PROTEZIONE CIVILE

Anche quest’anno Breton sostiene concretamente i progetti di Dravet Italia Onlus, associazione che nasce con l’intento di agire attivamente per migliorare la qualità di vita dei bambini affetti da questa grave forma di epilessia farmaco-resistente: la Sindrome di Dravet.


Medici esperti e genitori si uniscono con questo obiettivo. Questa collaborazione ha già dato vita, in ambito internazionale, ad esperienze che hanno contribuito a molti progressi nella comprensione e nel trattamento della sindrome. Lo scopo è quello di sostenere la ricerca, perché le speranze diventino realtà.

Ricerca 2022
DRAVET ITALIA ONLUS: LA RICERCA SCIENTIFICA

WelfareCare è una società che opera nel settore marketing e pubblicità. È specializzata nella promozione di Piani di Cause-Related Marketing finalizzati al coinvolgimento attivo delle aziende su temi sociali di rilevante impatto mediatico.


Breton lo scorso autunno, ha scelto di aderire come main sponsor all’iniziativa realizzata da WelfareCare, nel territorio di Castello di Godego, “CareReady Mobile Diagnostic – La Mammografia e l’Ecografia gratuita” per la prevenzione del tumore al seno, rivolto alle donne che per età o altri criteri non rientrano nei programmi di screening del SSN.

Progetti locali 2021
WELFARE CARE: L'IMPORTANZA DELLA PREVENZIONE

Dal 2010 la donazione, erogata annualmente, diventa la “Borsa di Studio in memoria di Maria Luisa Salvalaggio”, in ricordo della consorte del Cavalier Toncelli, fondatore di Breton. La quota viene destinata ai talenti nella ricerca contro il cancro.


La Fondazione AIRC per la Ricerca sul Cancro, nata nel 1965 grazie all'iniziativa di alcuni ricercatori dell'Istituto dei tumori di Milano, fra cui il prof. Umberto Veronesi e Giuseppe Della Porta, contribuisce al progresso dell’oncologia grazie alla promozione dei giovani talenti, al sostegno dei progetti di ricerca più innovativi e all’investimento in tecnologie all’avanguardia.

Ricerca Dal 2010
AIRC: FONDAZIONE PER LA RICERCA SUL CANCRO
Vuoi collaborare con noi per un progetto sociale?

Descrivi la tua proposta qui.

Scopri di più in altre sezioni